Yahoo Search Búsqueda en la Web

  1. Cerca de 149.000 resultados de búsqueda
  1. Anuncios
    relacionados con: Mirandola wikipedia
  2. 100,000+ usuarios visitaron peoplelooker.com el mes pasado

    Explore People's Public Records, Phone, Address, Social Media & More. Look Up Any Name. Explore Someone's 1. Phone Number 2. Address 3. Email & More. Lookup Any Name - Try Today!

  3. 100,000+ usuarios visitaron search.alot.com el mes pasado

    Search for Domo Wikipedia info. Research & compare results on Alot.com online today. Find all the information you need for Domo Wikipedia online on Alot.com. Search now!

  1. Historia. Mirandola se originó como una ciudad-fortaleza renacentista. Durante cuatro siglos fue la sede de un principado independiente (primero un condado, luego un ducado), una posesión de la familia Pico, cuyo miembro más destacado fue el polímatico Giovanni Pico della Mirandola (1463–94).

  2. en.wikipedia.org › wiki › MirandolaMirandola - Wikipedia

    Mirandola originated as a Renaissance city-fortress. For four centuries it was the seat of an independent principality (first a county, then a duchy), a possession of the Pico family, whose most outstanding member was the polymath Giovanni Pico della Mirandola (1463–94). It was besieged two times: in 1510 by Pope Julius II and in 1551 by Pope ...

    • 18 m (59 ft)
    • Modena
  3. it.wikipedia.org › wiki › MirandolaMirandola - Wikipedia

    • Geografia Fisica
    • Storia
    • Monumenti E Luoghi d'interesse
    • Società
    • Cultura
    • Geografia Antropica
    • Economia
    • Infrastrutture E Trasporti
    • Amministrazione
    • Sport

    Il territorio comunale di Mirandola si trova in pianura, ad un'altitudine compresa tra i 9 m s.l.m. (nella zona di San Martino Spino) e i 23 m s.l.m. (a San Giacomo Roncole), mentre la casa comunale è posta a 18 m s.l.m..

    Distante circa 34 chilometri da Modena (lungo la statale 12, in direzione di Verona) questa cittadina della bassa modenese mantiene ancora nella pianta ottagonale tracce della sua struttura di città-fortezza rinascimentale. Intorno a piazza Costituente, nucleo centrale e di riferimento dell'intero centro cittadino, si innalzano i fabbricati, in parte originali e in parte ricostruiti, facenti parte dell'antico grande complesso del castello dei Pico.Il castello, dopo un periodo di decadenza iniziato nei primi decenni del Settecento, è stato completamente restaurato e il 4 giugno 2006 è stato riaperto al pubblico.Il nucleo storico di piazza Costituente è completato dal palazzo della Ragione, in stile tardo gotico, dal quattrocentesco palazzo Bergomi e dal palazzo Comunale (1468, ma molto restaurato nell'Ottocento). Le mura che circondavano la città furono abbattute alla fine dell'Ottocento e oggi al loro posto c'è l'anello della circonvallazione che percorre quello che era il perimetro...

    Architetture religiose

    1. Duomo di Santa Maria Maggiore (o Santa Maria Assunta). Ha un impianto originario tardo-gotico. Fautori della costruzione furono Giovanni e Francesco I Pico. Iniziata verso il 1440, venne continuata da Giovan Francesco I Pico e nel 1470 dai fratelli Galeotto e Anton Maria. Varie modifiche e restauri, ultimati nel 1885, comportarono la ricostruzione dell'attuale facciata in forme quattrocentesche e pseudo-rinascimentali. L'interno era a tre navate con volte a crociera costolonate e conservav...

    Architetture civili

    1. Palazzo comunale, edificio del 1468, al quale venne aggiunta la parte retrostante nel 1748. L'elegante loggiato della facciata, radicalmente ristrutturato tra la metà del XIX e l'inizio del XX secolo, poggia su colonne in marmo rosa. Alcune di esse riportano incise le unità di misura anticamente in uso nel Ducato di Mirandola. All'interno da segnalare la Sala Granda che si estende per tutta l'area del loggiato e che presenta un interessante soffitto in legno a cassettoni. All'interno del P...

    Evoluzione demografica

    Abitanti censiti

    Etnie e minoranze straniere

    Nel comune di Mirandola sono presenti almeno fin dal XVIII secolo due insediamenti storici di etnia Sinti, situati a Santa Giustina Vigona e San Martino Spino. Al 31 dicembre 2018 gli stranieri residenti nel comune erano 3 567, ovvero il 14,9% della popolazione residente. Di seguito sono riportati i dieci gruppi più consistenti:

    Lingua e dialetti

    Oltre alla lingua italiana, a Mirandola è utilizzato il locale dialetto mirandolese, una variante dell'emiliano. Dal 1879 viene pubblicato ogni anno il lunario de "Al Barnardon" con l'indicazione delle feste, sagre e fiere del mirandolese e dintorni. Scritto interamente in dialetto mirandolese, da oltre centotrenta anni costituisce un autentico documento di costume di un'epoca e di una "cultura popolare", assiduo testimone delle vicende, ora tristi ora liete, della terra mirandolese. Infatti,...

    Cucina

    La cucina mirandolese appartiene alla tradizione culinaria modenese, con influenze di quelle ferrarese e mantovana. Alcune leggende tramandano l'invenzione dello zampone durante l'Assedio della Mirandola di papa Giulio II (inverno del 1510-1511) e quello dei maccheroni al pettinedurante l'assedio dei piemontesi Carlo Emanuele III di Savoia nel 1742. Fra i piatti tipici di Mirandola si possono ricordare: 1. Antipasti: gnocco fritto, con affettati misti (coppa di testa di maiale o salame all'ag...

    Ai sensi dello statuto comunale, il territorio del comune di Mirandola comprende, oltre al capoluogo, le frazioni di Gavello, Mortizzuolo, Quarantoli, San Giacomo Roncole, San Martino Spino e Tramuschio, ognuno dei quali dotato di un comitato di frazione. Peraltro anche nella località di Cividale(che ufficialmente non è riconosciuta come frazione) esiste tale organismo decentrato. Altre località del territorio comunale sono: Baia, Bastiglia, Bigozzi, Carrobbio Zeni (chiamato anche Crocicciccio Zeni), Case sparse, Castello Tondino, Castello Venezia, Cividale, Confine, Fondo Gesù, Grazi, I Gazzuoli, Maffea, Malavicina, Nocedella, Orto Serafina, Ponte Pietra, Ponte San Pellegrino, Ponte Santa Maria, San Martino Carano, Santa Giustina Vigona, Stazione Ferroviaria, Svolta de' Secchi e Tre Gobbi.

    L'economia mirandolese è caratterizzata principalmente da due settori: il biomedicale e l'agricoltura.

    Strade

    La principale infrastruttura viaria è costituita dalla Strada statale 12 dell'Abetone e del Brennero, che collega la bassa modenese verso nord con il mantovano e il veronesee verso sud con Modena. Lungo l'asse orizzontale, si trova la strada provinciale per Concordia sulla Secchia in direzione ovest, mentre la strada provinciale delle Valli, del Mazzone e l'Imperiale del Carrobbio si dirigono verso est. È altresì in progetto la costruzione dell'autostrada regionale Cispadana, il cui casello d...

    Ferrovie

    Il territorio comunale è attraversato dalla ferrovia Verona-Bologna: presso la località di Cividale si trova la stazione di Mirandola, servita da treni regionali FER e Trenitalia. Dal 1883 fino al 1964 fu attiva la ferrovia Modena-Mirandola-Finale, con la stazione di Mirandola SEFTA (oggi riconvertita ad autostazione). Il progetto della ferrovia Rolo-Mirandola, avviato negli anni 1930, invece non fu mai portato a termine, sebbene l'infrastrutura fosse stata in buona parte realizzata.

    Mobilità

    Mirandola e il territorio comunale sono serviti da autolinee gestite da SETA e dall'APAMdi Mantova. Tra il 1904 e il 1927 fu attiva la tranvia di Mirandola, a trazione ippica, che collegava il centro cittadino con la stazione ferroviaria di Cividale.

    L'elenco che segue include i sindaci dal 1886, inclusi i commissari prefettizi e i podestà del periodo fascista:

    L'Unione Sportiva Mirandoleseè stata una società calcistica attiva dal 1920 al 2005, giocando per dodici stagioni in Serie D negli anni 1950-1960. Altra squadra del passato è stata la Mortizzuolese. Nel 2017 nel comune di Mirandola sono attive le squadre della Quarantolese, che milita nella prima categoria, e la Folgore Mirandola che milita nella seconda categoria. Nella pallavolo vi è la Stadium Mirandola. La squadra maschile nella stagione sportiva 2016-2017 ha festeggiato i 50 anni dalla fondazione e il venticinquesimo anno di fila nella serie B nazionale. Spesso le giovanili Stadium sono state coinvolte in campionati di eccellenza assieme a squadre blasonate della regione come Copra Elior Piacenza, Robur Ravenna e Azimut Modena Volley, nonché in fasi di finale nazionale. La sezione femminile della Volley Stadium Mirandola milita nella serie D regionale dell'Emilia-Romagna. Nella pallacanestro sono presenti la Pico Basket e la Luce Mirandola Basket. La Polisportiva Pico è attiva...

    • Biografía
    • Legado
    • Véase también
    • Bibliografía
    • Estudios Bibliográficos
    • Enlaces Externos

    Mientras estudiaba en la Universidad de Bolonia publicó, a los catorce años, Las decretales. Luego viajó por el territorio italiano y más tarde por Francia, donde también asistió a la universidad. Estudió sobre todo lenguas: griego, árabe, hebreo y caldeo, con el propósito de entender la Cábala, el Corán, los oráculos caldeos y los diálogos platónicosen sus textos originales. En 1485, durante su estancia en París, leyó los trabajos de Averroes (1126-1198), el filósofo y teólogo asharí hispanoárabe que introdujo el pensamiento aristotélico en Occidente. Allí concibió la idea de unificar las tradiciones culturales sobrevivientes en aquella época. Al año siguiente, ya de regreso en Italia, con sólo veintitrés años, raptó en Arezzo a la esposa de Giuliano Moriotto dei Medici, un pariente pobre de los Medici florentinos, por lo que fue perseguido, atacado y herido. Luego, hacia finales del año 1486 publicó en Roma sus Conclusiones philosophicae, cabalisticae et theologicae, conocidas com...

    Una parte de su Disputationes adversus astrologiam divinatricem fue publicada en Bolonia tras su muerte. En este libro Pico presenta argumentos contra la práctica de la astrología que han tenido una enorme importancia durante siglos, hasta nuestras fechas. Disputationes está influido por los argumentos contra la astrología expuestos por su admirado personaje intelectual, San Agustín de Hipona, y también por ideas mantenidas por su maestro, Marsilio Ficino, que le habría animado a escribirlo. La enemistad de Pico contra la astrología parece deberse principalmente al conflicto con las nociones cristianas de libertad de elección. Pero los argumentos de Pico van más allá de las objeciones de Ficino (que era astrólogo). El sobrino de Pico, un ferviente seguidor de Savonarolaeditó el manuscrito para su publicación tras su muerte, y posiblemente fue corregido para ser aún más crítico. Esto explica el hecho de que Ficino promocionara el manuscrito y lo apoyara con entusiasmo antes de su pub...

    Comentario a una canción de amor de Girolamo Benivieni. Barcelona: PPU. 2006. ISBN 978-84-477-0934-2.
    Discurso sobre la dignidad del hombre. México: Universidad Nacional Autónoma de México. 2003. ISBN 978-970-32-0781-7.
    Discurso sobre la dignidad del hombre. Barcelona: PPU. 2002. ISBN 978-84-477-0801-7.
    Conclusiones mágicas y cabalísticas. Barcelona: Ediciones Obelisco. 1996. ISBN 978-84-7720-489-3.
    Leonardo Quaquarelli, Zita Zanardi, Pichiana. Bibliografia delle edizioni e degli studi, Olschki, Florencia 2005 (Studi pichiani 10).
    Thomas Gilbhard, Paralipomena pichiana: a propos einer Pico–Bibliographie, en: «Accademia. Revue de la Société Marsile Ficin», VII, 2005, pp. 81 – 94
    Wikimedia Commons alberga una categoría multimedia sobre Giovanni Pico della Mirandola.
    Voz Pico della Mirandola en Philosophica: Enciclopedia filosófica online
    • Biography
    • Writings
    • Cultural References
    • See Also
    • External Links

    Family

    Giovanni was born at Mirandola, near Modena, the youngest son of Gianfrancesco I Pico, Lord of Mirandola and Count of Concordia, by his wife Giulia, daughter of Feltrino Boiardo, Count of Scandiano. The family had long dwelt in the Castle of Mirandola (Duchy of Modena), which had become independent in the fourteenth century and had received in 1414 from the Holy Roman Emperor Sigismund the fief of Concordia. Mirandola was a small autonomous county (later, a duchy) in Emilia, near Ferrara. The...

    Education

    A precocious child with an exceptional memory, Giovanni was schooled in Latin and possibly Greek at a very early age. Intended for the Church by his mother, he was named a papal protonotary (probably honorary) at the age of ten and in 1477 he went to Bologna to study canon law. At the sudden death of his mother three years later, Pico renounced canon law and began to study philosophy at the University of Ferrara. During a brieftrip to Florence, he met Angelo Poliziano, the courtly poet Girola...

    900 Theses

    During this time two life-changing events occurred. The first was when he returned to settle for a time in Florence in November 1484 and met Lorenzo de' Medici and Marsilio Ficino. It was an astrologicallyauspicious day that Ficino had chosen to publish his translations of the works of Plato from Greek into Latin, under Lorenzo's enthusiastic patronage. Pico appears to have charmed both men, and despite Ficino's philosophical differences, he was convinced of their Saturnine affinity and the d...

    In the Oratio de hominis dignitate (Oration on the Dignity of Man, 1486), Pico justified the importance of the human quest for knowledge within a Neoplatonicframework. The Oration also served as an introduction to Pico's 900 theses, which he believed to provide a complete and sufficient basis for the discovery of all knowledge, and hence a model for mankind's ascent of the chain of being. The 900 Theses are a good example of humanist syncretism, because Pico combined Platonism, Neoplatonism, Aristotelianism, Hermeticismand Kabbalah. They also included 72 theses describing what Pico believed to be a complete system of physics. Pico's De animae immortalitate (Paris, 1541), and other works, developed the doctrine that man's possession of an immortal soul freed him from the hierarchical stasis. Pico believed in universal reconciliation, as one of his 900 theses was "A mortal sin of finite duration is not deserving of eternal but only of temporal punishment;" it was among the theses pron...

    The beardless young man in Raphael's fresco The School of Athens (1509–11) is thought to be Pico della Mirandola (or maybe Francesco della Rovere). Christiane Joost-Gaugier described Pico della Mir...
    In James Joyce's Ulysses, the precocious Stephen Dedalusrecalls with disdain his boyhood ambitions, and apparently associates them with the career of Mirandola: "Remember your epiphanies written on...
    Of minor interest is a passing reference to Mirandola by H. P. Lovecraft, in the story The Case of Charles Dexter Ward (1927). Mirandola is given as the source of the fearsome incantation used by u...
    Psychoanalyst Otto Rank, a rebellious disciple of Sigmund Freud, chose a substantial excerpt from Mirandola's Oration on the Dignity of Man as the motto for his book Art and Artist: Creative Urge a...
    Contemporary Italian Renaissance philosophers: Marsilio Ficino, Lodovico Lazzarelli, Giovanni Mercurio da Correggio
    Hermetica (philosophical writings attributed to Hermes Trismegistus)
    Works by or about Giovanni Pico della Mirandola at Internet Archive
    Works by Giovanni Pico della Mirandola at Project Gutenberg
    Works by Giovanni Pico della Mirandola at Open Library
    The Pico Project at the University of Bologna and Brown University is a project to make accessible a complete resource for the reading and interpretation of the Dignity of Man.
    • History
    • Bibliography
    • See Also
    • External Links

    Coinage under John Francis II

    The birth of the Mirandola mint dates back to a few years after the siege of Mirandola by pope Julius II, when in 1515 the Emperor of the Holy Roman Empire, Maximilian I of Hapsburg, granted the Lord Giovanni Francesco Pico della Mirandola permission to mint coins:in fact, the first coins in which the Pico coat of arms is depicted next to the imperial eagle date back to that year. In 1524, during the period of the Mirandola witch-hunt, the first gold coins were minted with the effigy St Franc...

    Coinage under Galeotto II

    After the murder of Giovanni Francesco in 1533, his successor Galeotto II Pico minted a few coins: the golden scudo and the silver bianco (worth half of the gold coin), as well as muraiole, sesini and quattrini.

    Coinage under Ludovico II

    The abundant coinage of Ludovico II Pico, who came to power in 1550, was marked by the 1551 siege of Mirandola, during which the Mirandola fortress managed to repel the besieging papal army sent by Pope Julius III: the coins are in fact characterised by allegories recalling the defeat of the pope (war trophies, armour with olive branches, waves breaking against a rock, the personification of Victoriacarrying a light in her right hand instead of blowing the trumpet of victory) and were minted...

    Corpus Nummorum Italicorum (CNI). IX Emilia (1ª parte). 1926.
    Lorenzo Bellesia (1995). La zecca dei Pico. Mirandola: Centro intinternazionale di cultura "Giovanni Pico dela Mirandola".
    Lorenzo Bellesia (January 2015). La zecca di Mirandola - Parte I - Da Gian Francesco II Pico (1499-1533) a Galeotto III Pico (1568-1597) (PDF). Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
    Lorenzo Bellesia (February 2015). La zecca di Mirandola - Parte II - Alessandro I Pico (1602-1637) (PDF). Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato.
    "Monete della zecca di Mirandola". Retrieved 2017-10-27. Cite journal requires |journal= (help)
    Roberto Ganganelli (2017-08-03). "Parole e monete: un misterioso motto sulle monete di Mirandola". Archived from the original on 2017-10-27. Cite journal requires |journal= (help)
    • 1708
    • Coin production
    • 1515; 507 years ago
    • Coin mint
  4. Duchy of Modena and Reggio. The Duchy of Mirandola was a state which existed in Italy from 1310 until 1711, centered in Mirandola (in what is now the province of Modena) and ruled by the Pico family. The Duchy of Mirandola c. 1732.

    • Mirandola
    • Roman Catholic
  1. Anuncios
    relacionados con: Mirandola wikipedia
  2. 100,000+ usuarios visitaron peoplelooker.com el mes pasado

    Explore People's Public Records, Phone, Address, Social Media & More. Look Up Any Name. Explore Someone's 1. Phone Number 2. Address 3. Email & More. Lookup Any Name - Try Today!

  3. 100,000+ usuarios visitaron search.alot.com el mes pasado

    Search for Domo Wikipedia info. Research & compare results on Alot.com online today. Find all the information you need for Domo Wikipedia online on Alot.com. Search now!